Focus On! Scienza, Tecnologia e Attualità: la rassegna del venerdì

Venerdì e dunque FocusOn! la nostra rassegna stampa che ci aggiorna e informa su scienza, tecnologia ed attualità.

La scorsa settimana ci siamo concentrati sul mondo delle piattaforme social.

In particolare abbiamo visto:

  1. il ruolo della cyber security per la protezione dei dati degli utenti;
  2. l’importanza della giusta informazione da parte delle piattaforme verso i propri utenti;
  3. come i social possano aiutare nella condivisione di corrette informazioni di uso pubblico.

E cosa è successo questo settimana?

Scopriamolo subito!

Facebook si affiderà esclusivamente a fonti rinnovabili entro la fine del 2020.

Ancora notizie sulle piattaforme social? Beh sì, i social media occupano una fetta molto importante della nostra giornata e possono essere molto utili per raggiungere degli obiettivi condivisi, il cosiddetto bene comune.

Facebook ha raggiunto il suo obiettivo di ridurre sostanzialmente il suo impatto ambientale entro il 2020, facendo ricorso solo a fonti rinnovabili.

Un impegno assunto nel 2018 che presto diverrà dunque un traguardo fondamentale.

In linea con l’agenda dell’Unione Europea di divenire sempre più sostenibili. In occasione della Giornata della Terra, Facebook ha lanciato un sondaggio e ben l’84% degli italiani ha identificato il clima come una priorità. Dunque, un primo passo verso il raggiungimento di un obiettivo comune.

Quando l’intelligenza Artificiale incontra l’Arte.

Saranno esposte al MAXXI di Roma dal 5 al 30 maggio i progetti arrivati alla fase finale della seconda edizione del concorso RE:Humanism Art Prize.

Re:Humanism – Re:Define the Boundaries è una grande mostra collettiva sul tema dell’intelligenza artificiale.

Gli artisti sono chiamati ad interpretare temi complessi della nostra società quali il corpo e l’identità, sempre più permeata da complessi algoritmi. Le opere guardano al presente ed in maniera proattiva al futuro.

Le opere esposte toccano temi quali l’ecologia, la biodiversità, l’identità di genere arrivando a gurdare la relazione tra l’uomo e i dispositivi tecnologici esplorando le forze creative dell’intelligenza artificiale.

Una nuova forma espressiva per guardare e riflettere sulla potenza dell’intelligenza artificiale.

Ma quante sono le imprese in Europa che utilizzano l’AI?

L’Eurostat ha pubblicato un interessante studio che mostra la percentuale di imprese con più di 10 addetti che utilizzano l’intelligenza artificiale nei paesi dell’Unione Europea.

In particolare lo studio si interessava dell’uso di servizi di:

  • chat e messaggistica virtuale,
  • utilizzo del machine learning per analisi dati,
  • uso del natiral language processing per il riconoscimento vocale,
  • utilizzo di service robot.

L’Italia si posiziona al 9° posto con l’8% di imprese che hanno utilizzato almeno una delle 4 tecnologie considerate di Intelligenza Artificiale. Un buon posizionamento al di sopra della media dei paesi dell’Unione Europea, che si attesta al 7%.

In Europa l’Irlanda si attesta come paese leader con il 23% seguito da Malta al 19%.

Beh, si può sempre migliorare!

 

 

 

 

 

Read More
Redazione 16 Aprile 2021 0 Comments

Focus On! Scienza, Tecnologia e Attualità: la rassegna del venerdì

Arrivato anche questa settimana il venerdì e dunque eccoci alla nostra consueta rassegna stampa.

La scorsa settimana su FocusOn! abbiamo parlato di social media e delle loro nuove funzionalità e abbiamo dato una sbirciatina al report sul divario digitale di genere.

Questa settimana cosa è successo? Vediamolo insieme.

Questa è stata la settimana della Giornata Internazionale della Donna!

Non possiamo che celebrarla anche noi ricordando le scienziate che hanno contribuito a cambiare il mondo.

Fisiche, astronaute, chimiche, biologhe…sono moltissime le scienziate che hanno davvero fatto la differenza.

Hanno goduto tutte del giusto riconoscimento?

Beh, no non tutte e soprattutto non nei giusti tempi. Ma insomma, non è mai tardi per essere loro grati per il contributo datoci dalla loro professionalità.

Inoltre, oggi possiamo fare qualcosa di concreto e rendere più facile la vita delle donne, che molto spesso incontrano ulteriori ostacoli sociali e culturali al raggiungimento dei loro obiettivi.

 

E se fossero dei robot a tenere sotto controllo l’ambiente?

Sono alla studio i primi semi robot che agiranno come sensori per monitorare alcuni parametri ambientali come la temperatura, l’umidità, la concentrazione di anidride carbonica e di inquinanti.

Saranno progettati per essere piccoli e morbidi, saranno dispersi nell’aria grazie all’uso di un drone e poi attraverso dei software i ricercatori tracceranno la loro posizione e rileveranno le condizioni del terreno.

Interessante e innovativo, nuovamente i robot in aiuto per una delle nostre battaglie più importarti: salvare l’ambiente!

 

Voglia di tornare in ufficio? Alleniamoci con il mantenimento delle distanze…

Stufi di lavorare solo da casa e con un po’ di mancanza delle vecchie abitudini da ufficio?

Prendere un bel caffè con i colleghi e fare due chiacchiere durante la pausa pranzo sono momenti di importante socialità e convivialità. Contribuiscono al team building, ci permettono di affrontare meglio, e perché no con più leggerezza, la giornata di lavoro.

Forse lo smart working durerà ancora per un bel po’, intanto ci possiamo allenare a mantenere le giuste distanze di sicurezza con i colleghi.

Siete riusciti ad evitare i contatti? Fatecelo sapere!

Buon divertimento e buon fine settimana.

 

Read More
Redazione 12 Marzo 2021 0 Comments

Focus On! Scienza, Tecnologia e Attualità: la rassegna del venerdì

Nuovamente venerdì e dunque nuovamente Focus On! La rassegna stampa che ci accompagna al weekend.

La scorsa settimana abbiamo visto notizie spaziali e qualche applicazione circa l’intelligenza artificiale.

Vediamo cosa è successo durante la settimana.

WhatsApp si adegua ai tempi difficili e lancia le videochiamate anche da applicazione per desktop.

 

Siamo nel pieno della pandemia, gli spostamenti sono ridotti e lo smart working la fa ancora da padrone, e allora WhatsApp si è adeguato ai tempi ed ha lanciato una nuova funzionalità.

Ora possiamo infatti effettuare videochiamate anche da pc, estendendo dunque questa funzionalità prima disponibile solo per dispositivi mobili.

WhatsApp ha registrato 1,4 miliardi di chiamate vocali e videochiamate solo nel giorno della vigilia di capodanno, dunque ha pensato di strutturare meglio questa funzionalità ed offrire un servizio in più per avvicinare le persone ancora fisicamente lontane.

Per ora questa funzionalità è attiva solo in modalità one to one, ma presto sarà abilitata anche per videochiamate di gruppo. Beh, che dire? Buone chiacchiere!

Se Twitter anticipa Clubhouse.

 

Clubhouse il nuovissimo social media sulla bocca di tutti, aveva fatto parlare di sè per innovazione ed esclusività.

Eh sì, un social appannaggio solo di coloro che possiedono un sistema IOS. Ma sembra che sia durato poco!

Twitter infatti ha cominciato a testare Spaces – questo il nome della funzionalità Twitter – anche per il sistema Android, dove effettivamente Clubhouse non era ancora arrivato.

Gli iscritti a Twitter potranno utilizzare Spaces per monetizzare i loro contenuti audio, ma non potranno creare le stanze di chat virtuali dal vivo.

E voi avete provato questi social? Fateci sapere cosa ne pensate!

L’Italia è 25ma su 28 paesi Europei per parità di genere digitale.

 

Uno studio dell’Università Bocconi e la ONG Plan International Italia in partenariato con la Unicredit Foundation ha proposto una fotografia del divario digitale tra donne e uomini in Italia.

I dati che ne escono sono abbastanza scoraggianti, l’Italia si posiziona in fondo alla classifica, ben 12 posizioni al di sotto della media europea, sopra solo a Bulgaria Romania e Grecia

Le donne risultano essere meno digitalizzate, hanno competenze di base o poco superiori e la percentuale di coloro rimaste fuori dal web è maggiore rispetto a quella degli uomini.

Questo studio è fondamentale in quanto ci permette di analizzare lo stato del divario di genere in Italia circa la digitalizzazione e perché no, da questi dati provare a cambiarne il trend!

Vi interessa? Restate connessi, lo approfondiremo mercoledì!

 

 

 

Read More
Redazione 5 Marzo 2021 0 Comments

Focus On! Scienza, Tecnologia e Attualità: la rassegna del venerdì

Siamo a venerdì e questo significa FOCUS ON! La rassegna stampa che ci accompagna al weekend.

Lo scorso venerdì abbiamo parlato di quanto il machine learning faccia parte della nostra vita. Ve ne ricordate? Beh, questa settimana cominciamo proprio con una notizia che va nella stessa direzione.

Vediamo cosa sta succedendo!

Microsoft sta lavorando ad una nuova funzione per la predizione del testo in Word.

Microsoft ha implementato un algoritmo di machine learning (ma serve dirlo?) che suggerisce la parola che ritiene sia la più adatta a completare la frase che l’utente sta scrivendo.

L’utente può scegliere, chiaramente, se accettare il suggerimento oppure continuare la digitazione e dunque rifiutare la parola predetta. Come abbiamo visto, la predizione è effettuata grazie ad un algoritmo di intelligenza artificiale, per cui  con l’autoapprendimento continuo la predizione delle parole potrà essere sempre più accurata.

Ma è sempre tutto così scintillante?

Beh, la storia di Watson ci racconta un’altra faccia dell’intelligenza artificiale.

Watson è il super computer creato da IBM che nel 2011 ha battuto dei campioni umani ad un quiz che richiede ragionamenti molto complessi. Watson ha mostrato tutta la sua conoscenza enciclopedica, spaziando dalla linguistica a conoscenze di moda.

Sembrava che la rivoluzione stesse per arrivare. 

Watson avrebbe dovuto essere impiegato in ambito sanitario, aiutando i medici ad effettuare diagnosi più efficaci. Tuttavia, l’epilogo è stato un pochino differente. Infatti, per lavorare bene Watson avrebbe dovuto leggere una grande mole di dati, tuttavia reperirli è stato piuttosto complesso.

E dunque, Watson è in vendita…qualcuno è interessato?

Non possiamo ancora andare su Marte, ma grazie alla tecnologia lo possiamo comunque esplorare.

Perseverance è arrivato su Marte con successo, ma di questo ne abbiamo già parlato lo scorso venerdì.

Stavolta non possiamo che notare le immagini che ci ha inviato!

La sua strumentazione è infatti così sofisticata e così ricca che abbiamo potuto apprezzare in un video le immagine dell’atterraggio del rover. Grazie alle sue 19 telecamere, Perseverance ha inviato circa 23 mila immagini documentando il suo atterraggio in alta definizione. Inoltre, ci ha inviato anche un primo panorama composto da ben 142 scatti.

Forse tra qualche anno anche l’uomo avrà questa opportunità, per ora noi ci godiamo queste immagini spettacolari!

Abbiamo fatto un bel giro tra le notizie di scienza della settimana.

Non ci resta che goderci il weekend!

 

 

 

Read More
Redazione 26 Febbraio 2021 0 Comments

Focus On! Scienza, Tecnologia e Attualità: la rassegna el venerdì

Oggi inauguriamo Focus On! Scienza, Tecnologia e Attualità: la rassegna del venerdì

Qualche lettura su scienza, innovazione e attualità che ci accompagna verso il weekend.

Vediamo insieme che cosa è successo questa settimana!

Il rover Perseverance della missione Mars 2020 ha raggiunto Marte!

Beh, quando pensiamo ai nostri lunghi spostamenti sicuramente non ne abbiamo affrontato uno lungo come quello di Perseverance.

In fondo, nomen omen,  partito da Cape Canaveral il 30 Luglio 2020, è arrivato ieri su Marte e ci resterà per un anno marziano. Quasi 2 anni terrestri.

Su Marte cercherà qualunque traccia di vita passata, grazie anche all’ausilio di 7 strumenti super-tecnologici utili a scandagliare la superficie del pianeta rosso.

Starlink: la sfida di internet per tutti

SpaceX, l’azienda di Elon Musk ha lanciato altri 60 satelliti. L’obiettivo? Portare internet in tutto il mondo, anche nelle aree più remote della Terra entro la fine del 2021.

Starlink sta già servendo diversi paesi ad una velocità di connessione che varia dai 50Mb/s ai 150Mb/s. L’azienda conta di inviare più satelliti e di migliorare la velocità di connessione e offrire una copertura ben più vasta in pochissimo tempo. Ci riusciranno? Lo scopriremo in pochissimi mesi.

Quanto machine learning c’è nelle nostre vite?

Il machine learning è utilizzato proprio in tutti i settori. L’apprendimento automatico di grandi moli di dati sembra aiutare scelte decisionali di business in tutti i campi.

Anche Netflix ne fa un gran uso: utilizzando questa specifica tecnologia dell’intelligenza artificiale per creare un catalogo di film e serie tv accattivante. Il machine learning infatti sembra essere fondamentale nella scelta dei titoli da inserire nel catalogo. Ma non solo, utilizzano sofisticati algoritmi di clusterizzazione anche per ottimizzare la produzione di film e serie originali.

Potremmo provare a fare caso a quanto machine learning c’è nella nostra quotidianità!

Qualche dato per l’evoluzione del digitale in Italia.

We are social ha fatto uscire il rapporto Digitale Globale 2021. Qualche curiosità sull’Italia?

Vediamone qualcuna:

  • sono aumentate le persone che utilizzano internet (più di un milione di utilizzatori in più rispetto a Gennaio 2020) e sono aumentate le persone attive sui social (più di 2 milioni in più);
  • il 97% delle persone che utilizzano internet posseggono uno smartphone ed il 74.1% possiede un pc;
  • in media spendiamo 6 ore e 22 minuti al giorno su internet.

Queste erano solo alcune curiosità, vi interessa? Seguiteci, lunedì approfondiremo proprio questo rapporto.

Buon fine settimana, intanto!

 

 

 

 

 

Read More
Redazione 19 Febbraio 2021 0 Comments